Il Blog | Up to Ten Ripetizioni e Divulgazione Scientifica

Il Blog | Up to Ten

Ripetizioni e Divulgazione Scientifica

Lagrange e la velocità: l’invenzione del Tutor autostradale🚗📚

tutor autostradale

In breve…

Scopri come la matematica entra in gioco nella tua guida quotidiana con "Lagrange e la velocità: l'invenzione del Tutor autostradale". Un'avventura appassionante tra derivate e limiti di velocità che rivelano l'ingegnosa applicazione del Teorema di Lagrange nel sistema del Safety Tutor. Da concetti astratti a realtà tangibili, scopri come questo semplice concetto matematico ha migliorato la sicurezza stradale 🚗💨 e cambiato il nostro modo di viaggiare 🛣️.

Capitoli

La matematica a livello pratico: oltre i numeri

Quante volte, sfogliando un libro di matematica, ti sei chiesto: “A cosa mi serve quello che sto studiando?”. A scuola, spesso ci si trova immersi in formule, concetti e teoremi che sono difficili da capire o collegare alla realtà. Molte volte non ci rendiamo conto di quanto la matematica possa essere utile e pratica nella vita quotidiana.

Oggi, cercheremo di rispondere alla domanda: “A cosa mi servono le derivate nella vita?“. Certo, le derivate sono un argomento avanzato, affrontato solitamente verso la fine del percorso liceale, ma le sue implicazioni sono infinite e spaziano in tutti i campi della scienza, dalla biologia alla fisica. E come vedremo, è molto probabile che tu, sebbene in modo inconscio, le abbia già incontrate.

Il fascino delle derivate: l’ossatura del calcolo

Le derivate sono uno dei concetti fondamentali del calcolo differenziale, un ramo dell’analisi matematica che studia le variazioni infinitesimali delle funzioni mediante l’uso dei limiti, delle derivate e degli integrali. Il calcolo differenziale è fondamentale per lo studio di una funzione poiché permette di analizzare il suo comportamento all’interno del suo insieme di definizione.

Il concetto principale del calcolo differenziale è, appunto, la derivata: essa rappresenta il tasso di variazione istantaneo della funzione rispetto alla sua variabile indipendente. In altre parole, indica come la funzione cambia al variare della variabile indipendente in un determinato punto. La derivata di una funzione può essere anche interpretata, geometricamente, come la pendenza della retta tangente al grafico della funzione in un punto specifico.

Tutto ciò evidenzia come le derivate siano uno strumento fondamentale per comprendere il grafico di una funzione, sottolineando la sua crescita e decrescita e di conseguenza, identificando i suoi punti di massimo e minimo.

Da quando furono introdotte, i matematici dell’epoca passarono anni nello studio approfondito di questa branca della matematica, giungendo a formulare importanti teoremi sulle derivate. Tra questi, c’è sicuramente il Teorema di Lagrange, che prende il nome dal suo scopritore, Joseph Louis Lagrange. Lagrange, un matematico e astronomo italiano-francese, è considerato uno dei più grandi matematici del XVIII secolo. Studiò a Torino prima di essere chiamato alla corte di Luigi XVI e Maria Antonietta a Parigi, dove proseguì la sua carriera accademica.

Il teorema di Lagrange afferma che, se si considera una funzione continua e derivabile (estremi esclusi eventualmente) in un intervallo [a,b] chiuso e limitato, esiste almeno un punto c interno a tale intervallo in cui vale la seguente equazione:
[f'(c)=frac{f(b)-f(a)}{b-a}]

Il primo membro dell’equazione del Teorema di Lagrange rappresenta il coefficiente angolare m della retta tangente al grafico della funzione nel punto c. Il secondo membro della relazione rappresenta invece il rapporto incrementale della funzione nell’intervallo considerato, fornendo il coefficiente angolare della retta che congiunge i punti del grafico relativi agli estremi di tale intervallo.

Da un punto di vista geometrico, ciò significa che esiste almeno un punto nel quale la retta tangente al grafico della funzione è parallela alla retta passante per gli estremi dell’intervallo preso in considerazione. Queste due rette possiedono quindi la stessa pendenza.

Questo Teorema di Lagrange, di fondamentale importanza nel calcolo differenziale, si è rivelato essenziale per lo studio del concetto di velocità istantanea e accelerazione istantanea in fisica. Inoltre, ha contribuito in maniera significativa alla modellizzazione e all’analisi del cambiamento in molti fenomeni naturali e scientifici.
Uno dei sistemi 'Tutor' di controllo velocita' riattivati oggi nella tratta A16 Napoli-Canosa tra Avellino e Baiano dove nel luglio del 2013 avvenne il grave incidente del bus caduto dal cavalcavia che provoco' 38 vittime ,  27 luglio 2018
ANSA / CIRO FUSCO

Il Safety Tutor: l’evoluzione del controllo della velocità

Il Teorema di Lagrange trova applicazioni concrete anche nel quotidiano, ad esempio nel controllo della velocità durante la guida di un’auto. Se non hai mai sentito parlare del Safety Tutor, probabilmente ne farai esperienza non appena otterrai la patente di guida.

Il Safety Tutor è un sistema di controllo della velocità, installato in alcuni tratti delle nostre autostrade, che permette di rilevare se un veicolo ha infranto il codice stradale superando il limite di velocità consentito dalla legge. Il sistema funziona tramite l’installazione di due punti di rilevamento, chiamati portali, che segnano l’inizio e la fine del tratto controllato. Questi portali sono dotati di sensori a infrarossi che rilevano il passaggio dei veicoli. Ogni volta che un veicolo passa attraverso i due portali, il sistema registra l’esatta data e ora del transito. Considerando la distanza tra i due punti di rilevamento e il tempo trascorso, il Tutor calcola la velocità media del veicolo lungo quel tratto di autostrada. Se questa velocità media supera il limite consentito, il sistema genera una segnalazione di infrazione.

Ma come possiamo essere sicuri che il veicolo abbia effettivamente superato il limite, dato che l’unico dato a nostra disposizione è una velocità media? Ecco dove interviene il Teorema di Lagrange!
Se interpretiamo la nostra funzione f(x) come la legge oraria di un corpo in moto, dove la variabile y rappresenta lo spazio e x il tempo impiegato a percorrere tale spazio, allora il primo membro dell’equazione rappresenterebbe la velocità istantanea del corpo all’istante x, mentre il rapporto incrementale esprimerebbe la velocità media tenuta nell’intervallo [a,b]. Questa interpretazione del teorema ci garantisce l’esistenza di almeno un istante, all’interno dell’intervallo, in cui la velocità istantanea del veicolo è uguale alla velocità media mantenuta in tutto il tratto autostradale coperto dal Tutor. Per questo motivo, il Teorema di Lagrange è conosciuto anche come Teorema del Valor Medio.

Dunque, se la velocità media calcolata sarà superiore al limite consentito, ci sarà sicuramente stato un istante in cui il veicolo avrà raggiunto tale velocità!

È importante sottolineare come le ipotesi di un teorema siano fondamentali per la sua applicazione. Il presupposto che la funzione sia continua e derivabile nel tratto autostradale considerato, ad esempio, ci consente di essere certi che un veicolo prosegua linearmente nel suo moto lungo il tratto di autostrada [a,b], senza poter tornare indietro da un momento all’altro, aumentando inevitabilmente il tempo di percorrenza totale e diminuendo la velocità media rilevata dal Tutor.

Cambiamenti nel controllo della velocità: un’analisi degli ultimi 20 anni

Il sistema Safety Tutor ha notevolmente contribuito alla diminuzione degli incidenti autostradali e al conseguente aumento della sicurezza stradale. Ora i guidatori devono mantenere una velocità corretta per diversi chilometri, non solo in prossimità degli Autovelox.

Il Tutor autostradale calcola la velocità media dei veicoli nel tratto controllato, quindi, anche se un veicolo occasionalmente supera il limite di velocità, questo non viene necessariamente multato a meno che la velocità media nel tratto non superi il limite. Questo può sembrare ingiusto, specialmente quando qualcuno riceve una multa per un piccolo eccesso di velocità, mentre un altro conducente, che si concede una sosta in un’autogrill, riesce a mantenere la velocità media sotto il limite nonostante velocità di picco superiori.

Tuttavia, l’obiettivo del Tutor non è “catturare” chiunque superi il limite di velocità, ma piuttosto garantire una guida più sicura e un maggiore rispetto dei limiti di velocità per periodi di tempo più lunghi rispetto al controllo istantaneo offerto dagli Autovelox. Grazie a questo sistema, si è registrata una diminuzione degli incidenti autostradali e un aumento della sicurezza stradale, dato che i conducenti ora devono mantenere una giusta velocità per diversi chilometri.

Infatti, i dati mostrano che il Tutor ha effettivamente portato a una diminuzione progressiva sia della velocità di picco (del 25%), sia della velocità media (del 15%), riducendo la mortalità del 51% già nel primo anno di installazione e contribuendo a una diminuzione del tasso di mortalità del 75% rispetto al 1999.

È importante sottolineare che, a causa di contenziosi legali tra Autostrade Per L’Italia e il titolare del brevetto del sistema Tutor, questo sistema è stato disattivato per circa due anni intorno al 2019. Tuttavia, questo non ha portato ad un aumento delle infrazioni o della mortalità nel periodo di disattivazione. Al contrario, si può dedurre che il sistema Tutor abbia cambiato il comportamento dei guidatori, scoraggiando la tendenza a “correre” in autostrada. La sicurezza sulla rete autostradale è migliorata nel corso degli anni, indipendentemente dal funzionamento o meno del Tutor, dimostrando l’effettivo beneficio a lungo termine apportato dalla sua presenza alla comunità e l’importanza dell’applicazione di concetti matematici alla vita reale.

Social Media

Prenota la tua lezione gratuita

Più popolari

Get The Latest Updates

Iscriviti alla nostra newsletter

On Key

Post simili

Intelligenza Emotiva: Una Forza per Noi 😊🧠

🌟 L’intelligenza emotiva è la capacità di riconoscere e gestire le proprie emozioni e quelle degli altri. 📚 Comprende autoconsapevolezza, autoregolazione, motivazione, empatia e abilità sociali. 🧠 Studi dimostrano che una alta IE porta a migliori relazioni, successo professionale e benessere mentale. 💼 Sviluppare la IE può migliorare ogni aspetto della vita. 🌱

Colombo e il Mito della Terra Piatta: Navigando tra Errori e Verità, Sfidando gli Alisei 🌊🌐

Il 12 ottobre 1492, Cristoforo Colombo sbarca nelle Bahamas, aprendo l’era delle esplorazioni europee nel Nuovo Mondo. 🌍 Contrariamente al mito, gli studiosi del suo tempo non credevano in una Terra piatta. 🌐 La sfida di Colombo non era la forma del pianeta, ma la sottostima della distanza tra l’Europa e l’Asia, navigando verso ovest. 📏 Grazie al sostegno della famiglia reale spagnola, il suo viaggio cambia la storia, avviando un’epoca di esplorazioni e conquiste. 🌎✨

: "Studenti che si imbarcano nel loro periodo scolastico all'estero con libri e mappamondo

5 Passi per un Periodo Scolastico all’Estero: Crescita e Scoperta🌏✨

Esplora l’emozionante viaggio di apprendimento e crescita personale con un periodo scolastico all’estero 🌍📚.
Scopri come affrontare nuove culture e lingue, sviluppando competenze essenziali e una visione globale 🌐🗣️.

Approfitta del nostro supporto accademico continuo per superare le sfide e massimizzare i benefici di questa esperienza unica 💼🎓.

Preparati a diventare un cittadino del mondo, pronto a navigare in un mondo interconnesso 🌟🔭.
Un’opportunità imperdibile per crescere, imparare e trarre ispirazione 🚀✨.

PARTECIPA ALLE NOSTRE MASTERCLASS IN PREPARAZIONE ALLA MATURITA' 2024

Quasi fatto! Adesso abbiamo solo bisogno dei tuoi dati per organizzare la lezione di prova con il Tutor perfetto per te!

×